Karen Hudes parla in un’intervista di cospirazione e creature non umane dal cranio allungato

Prima di tutto è opportuno sapere chi è Karen Hudes.

Karen Hudes ha studiato legge alla Yale Law School ed economia presso l’Università di Amsterdam. Ha lavorato negli Stati Uniti, Export Import Bank dal 1980-1985 e presso il servizio giuridico della Banca Mondiale 1986-2007. Ha istituito il Non Governmental Organization Committee (Comitato di Organizzazione Non Governativa) della Sezione Diritto Internazionale della American Bar Association e della commissione per multilateralismo e la responsabilità delle Organizzazioni Internazionali del ramo americano della Legge Association International. Fu licenziata per aver parlato della corruzione all’interno della Banca Mondiale dove ricopriva la posizione di Senior Counsel.

Quindi questa donna lotta per combattere e denunciare le cospirazioni presenti nei vari sistemi bancari, gli illuminati, la massoneria e tutti quegli argomenti di cui tutti almeno una volta ne avete sentito parlare soprattutto su Internet, ma anche in TV.

Affermare che il mondo in cui viviamo sia corrotto, beh, è un po’ come scoprire l’acqua calda ormai, credo che anche i minorenni ci siano arrivati, basta navigare su Internet o ascoltare i notiziari, con tutte le stupidate che ci raccontano giornalmente sull’economia e l’occupazione “giovanile” (quindi se è un problema per i giovani figuriamoci chi ha superato da un pezzo l’età dell’apprendistato), oggi la borsa chiude in positivo, domani in negativo, l’occupazione sembra in ripresa, è stabile, insomma tutte queste stronzate costruite dal nulla giusto per prendere “ancora” un po’ di tempo, figuriamoci non gli sono bastati 30 anni per sistemare l’Italia. E’ da quando sono nato, (quasi 40 anni fa) che il sistema funziona sempre allo stesso modo, il benestante ha tutti i diritti e le agevolazioni possibili, il poveraccio non solo non ha alcuna agevolazione ma è anche più controllato e sovrattassato, quindi tira a campare semplicemente perché non ha “conoscenze”. Da questo si deduce che solo la parola “conoscenze” è uguale a “corruzione” in un certo senso.

Bene, chiuso l’argomento “favole all’Italiana”, proseguiamo con Karen Hudes.

Quello che colpisce (o almeno potrebbe) sulle affermazioni di questa donna, non è tanto la corruzione, ma la storia delle creature dalla cranio allungato che si trovano tutt’ora, secondo lei, soprattutto dentro il Vaticano.

Due precisioni:

Reputo il Papa una brava persona, per lo meno questo mi trasmette quelle pochissime volte che lo osservo in TV. Credo che sia un cosa normale che un Papa sia buono no? Caspita, deve per forza esserci una persona umile e piena di amore che copra quel, posto, quella mansione così importante da influire su milioni di persone. Quindi non ho alcun dubbio che la maggior parte dei papi siano state brave persone, almeno nell’ultimo secolo. Sinceramente non sono molto informato sulla Storia del Papato, per vari motivi che non sto a raccontarvi. Quello che intendevo dire è che potrebbe essere possibile l’esistenza di un qualcosa di marcio all’interno del Vaticano, ma io non farei di tutta l’erba un fascio perché sono convinto che ci sono anche molte brave persone che credono in quello che fanno senza secondi fini.

Questo però non significa che il Vaticano sia “puro” e “genuino” come ce lo fanno credere.

Seconda cosa. C’è da fare una distinzione quando si parla di cranio allungato perché molti potranno insinuare che alcuni popoli in Africa, ancora oggi adottano strane tecniche che fanno parte della loro cultura, per allungare il cranio fin da bambini, probabilmente quasi appena nati. Vengono posizionati credo degli anelli larghi, adesso non ricordo con precisione, comunque un qualcosa che modella il cranio. Diciamo che lo stesso effetto si potrebbe avere con un’anguria, se la facciamo crescere dentro una scatola rettangolare, molto probabilmente crescerà di forma rettangolare. Non è forse così semplice ma so che si può fare. Insomma, se cercate su Internet non sarà difficile trovare informazioni su questi popoli.

Ma il problema è un altro. Sono d’accordo sul fatto che esistono (anche oggi) culture che adottano queste “follie”, ma ci sarà un motivo perché continuano ancora oggi a credere che allungare il cranio sia una cosa saggia da fare. Loro sono convinti probabilmente (mi dovrei informare meglio, ma d’istinto mi viene da pensare a questa cosa) che avendo una testa allungata saranno più simili a degli déi, o forse lo fanno proprio perché viene tramandato da generazioni e probabilmente i loro salvatori (déi) avevano il cranio allungato? Si, credo sia questa la ragione più plausibile. Da ignoranti sono convinti che allungarsi la testa sia di buon auspicio.

Ma i più attenti avranno notato (nelle loro ricerche) che alcuni di questi crani allungati non presentano quelle fratture (anche se fratture non sono, in realtà è l’attaccamento delle ossa, passatemi il termine) che “tutti” gli esseri umani “terrestri” presentano.

cranio umano

Gli studiosi osservando la parte posteriore di un cranio sanno avvicinarsi di molto all’età di quella persona, quando trovano uno scheletro da siti archeologici e devono studiarlo. Quindi è ovvio che quando si parla di cranio allungato ci si riferisce a quei crani che non presentano questi segni sulla parte posteriore, e credo che non ci siano scusanti. Non esiste scettico che possa affermare il contrario, “tutti” gli esseri umani hanno questi segni dietro il cranio, se non li hai c’è qualcosa che non quadra.

Personalmente ho visto dei video che dimostravano questa cosa (crani allungati senza alcun segno posteriore) quindi non era possibile contraffare le immagini come si può facilmente fare con le foto tramite Photoshop.

Detto questo passiamo alle affermazioni di Karen Hudes intervistata da Gary Franchi, di cui inserisco il link del video originale.


Gary Franchi e Karen Hudes
Gary Franchi e Karen Hudes

Benvenuti a Next News Network, sono Gary Franchi per un’edizione speciale in rete

In compagnia di Karen Hudes. Lei è una delle famose “denuncianti unite” che stanno aprendo gli occhi a tutto il pianeta, ed è qui con me nello studio.

Karen, benvenuta nel programma.

Grazie per avermi invitata, Gary.

Karen, prima di andare in onda stavamo discutendo sulla corruzione e i sindacati del mondo, sui banchieri.

Chi è questa gente, chi sono questi individui?

Chi sono i burattinai che muovono i fili di questi banchieri?

Bene.. (sorride)

Perché citasti i gesuiti in un’intervista precedente quindi sono curioso di comprendere dove stia il nesso, dov’è la connessione con l’Ordine Gesuita, il Vaticano, e tutto il resto. Insomma, ci sono molte società segrete nel mondo, molti parlano degli illuminati e dell’Ordine massonico, dell’Ordine della giarrettiera.

E si tratta di organizzazione che operano tutte in segreto perché sono “super segrete”. Mi piacerebbe che ci aiuteresti a capire chi muove i fili?

D’accordo. Ricordi quando esistevano i ghetti i “Judenrat” che altro non erano che quelli che scrivevano le liste degli ebrei che sarebbero stati esportati…? Ricordi come funzionava quel sistema?

Beh, è successo prima che io nascessi, ne ho sentito parlare di questi ghetti, ma sarebbe meglio ci spiegasti tu, per favore.

Tradivano la loro stessa gente perché erano convinti che si sarebbero salvati, per questo lo facevano. Comunque sia, non importa quale fu il motivo, di fatto lavoravano contro la loro stessa gente.

Bene, ora pensa a questa situazione ma in scala maggiore. E’ quello che stiamo vivendo come umanità per via delle élite, le società segrete, il Vaticano, sono tutti traditori dell’umanità. Perché chi sta al centro di tutto questo con in mano i fili di cui parli è una specie differente.

Non si tratta di umani, vengono chiamati “Homo Capensis”.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
3
loading...

LASCIA UN COMMENTO