I segreti della natura, i suoni trasmessi a 432 Hz.

Che la musica abbia una certa influenza sul nostro organismo è ormai noto da tempo, personalmente sentii parlare di questo argomento per caso, solo qualche anno fa, poi facendo una piccola ricerca mi resi conto che si tratta di un tema molto discusso, soprattutto con l’ingresso del fenomeno New Age, e che esistono addirittura dei centri che “curano” alcune patologie.

Questa New Age, che tradotto significa appunto “nuova età” è un movimento culturale nato nel XX secolo in occidente. In sostanza questo termine indica l’inizio di un’esplorazione della propria persona, tant’è che alcuni la definiscono l’espressione di uno spirito trasformativo e creativo, o semplicemente uno stato d’animo. Questo significa che è iniziato un vero e proprio cambiamento a livello globale e questa energia invisibile agisce su tutti noi, in modo positivo o negativo a seconda delle nostre scelte.

Quanto è importante il suono per il nostro organismo?

Senza dover tirar fuori esempi scientifici di cui non ne sarei all’altezza, basterebbe pensare ad alcune melodie, che se ascoltate trasmettono in noi; allegria, tristezza, malinconia, energia, relax, eccetera. Solo ragionando su questo ,dovremmo aver capito già da un pezzo che la musica è molto più importante di quel che pensiamo e probabilmente quando riusciremo a “decodificare” il segreto che si nasconde dietro l’armonia dei suoni, l’umanità farà un passo avanti nella propria evoluzione.

Siamo circondati da energie e colori invisibili, e sono convinto che quando saremmo in grado di “vederci chiaro” l’evoluzione su questo pianeta progredirebbe. Molti si chiedono perché quando si ha un’esperienza di pre-morte la nostra percezione delle cose e dell’ambiente circostante cambiano?

Proprio così, esistono parecchie testimonianze di persone che hanno vissuto questa esperienza, le quali raccontano di aver visto, colori, suoni e paesaggi indescrivibili. Sembra che nello stesso posto in cui ci troviamo adesso, esistano altre dimensioni sovrapposte alla nostra, a noi invisibili. In altre parole anche quando si pensa di essere soli e abbandonati in mezzo ad un deserto, in realtà sono presenti altri esseri o cose che si trovano nello stesso posto, anche se noi non siamo in grado ( e probabilmente neanche loro?!?) di osservarli perché il nostro “corpo” vibra ad altre frequenze energetiche.

Attenzione nel sottovalutare le testimonianze di chi ha vissuto un’esperienza di pre-morte, quindi in grado di ricordare tutto ciò che ha visto, perché qui non stiamo parlando di un singolo individuo ma di “migliaia” di persone che hanno testimoniato tutte più o meno le stesse sensazioni. Ovviamente rimane un mistero, non possiamo saperlo fin quando la nostra vita materiale non cesserà, ma non c’è alcuna fretta, se siamo qui è perché dobbiamo fare qualcosa, anche per chi eventualmente pensa il contrario, credo che si sbagli perché deve per forza esistere una spiegazione per ogni cosa, anche se non c’è concesso conoscerla.

Persino un noto personaggio quale che fu Nikola Tesla, affermava che se vogliamo conoscere i segreti dell’universo è necessario pensare in termini di energia, frequenza e vibrazioni.

Tutto il nostro corpo, è costituito da energia che vibra a frequenze diverse. Questo significa che ogni determinato suono emanato ad una certa frequenza agisce in maniera positiva o negativa all’interno del nostro organismo.

Tutto questo è dimostrabile scientificamente. E’ conosciuta come scienza Cimatica, o scienza delle onde. Quest’ultima per chi non lo sapesse, esiste da millenni, tant’è che ne parlavano già i Veda nei loro testi. In pratica secondo la Cimatica, tutto l’universo è una sinfonia di suoni e vibrazioni, quindi questa scienza studia le forme prodotte dalle onde, ossia le frequenze vibratorie, sonore, elettromagnetiche, e cosi via.

Qualcuno si chiederà perché dovrebbe essere così importante?

Semplice, il nostro corpo è composto da oltre il 70 per cento di acqua, questo significa che come le onde sonore influiscono sull’acqua (ad esempio) influiscono anche sul DNA, e chissà probabilmente conoscendo a fondo gli effetti delle onde sonore si potrà riprogrammare quest’ultimo.

Vi rendete conto che probabilmente abbiamo la soluzione della nostra longevità a portata di mano, ma non siamo in grado di decodificarla.

A questo punto mi sorge anche un dubbio. Possibile che con tutti i cervelloni che esistono nel pianeta, nessuno sia stato in grado di decodificare questo mistero di cui ne erano a conoscenza anche i Veda, e chissà quante altre antiche civiltà più di 2000 anni fa?


Forse non dovrei pensare in questo modo, ma non mi stupirei se qualcuno ne fosse a conoscenza e non viene messa in pratica per il semplice fatto che molti potenti non farebbero più soldi. Perché se fosse vero che con questo sistema si riuscirebbe a riprogrammare il DNA, la medicina a cosa servirebbe? Di conseguenza inizierebbero una lunga serie di reazioni a catena che “smonterebbero” probabilmente l’economia, ma ci pensate.. quanti centinaia di trilioni risparmiati, persino la natura ringrazierebbe, niente più prodotti chimici velenosi, niente più sfruttamenti inutili dovuti alla ricerca, e tutto il resto… Già, sarebbe troppo bello…

E’ incredibile ma potrebbe essere una realtà, la salvezza futura dell’umanità potrebbe dipendere dalle giuste frequenze sonore visto che il suono influisce sulla materia.

Si capirà meglio osservando questi video, se siete curiosi basta cercare cymatic experiment su YouTube.

Come si diceva prima, noi tutti abbiamo una certa frequenza vibrazionale, per non parlare dei nostri corpi che sono composti da oltre il 70 per cento di acqua. Dovremmo quindi aspettarci che le frequenze musicali possano alterare il nostro stato vibrazionale. Alcuni potranno chiamare questo ‘pseudoscienza’, ma la scienza, e i video che avete appena visto non mentono. Ogni espressione attraverso il suono, emozione o pensiero, viaggiano ad una specifica frequenza che influenza tutto intorno ad esso, e basta l’influenza di una sola goccia d’acqua (nel nostro caso sangue) per creare un effetto a catena più grande.

cimatica

Le frequenze musicali

Proseguendo di questo passo dovremmo porre la nostra attenzione sulla frequenza della musica che ascoltiamo. La maggior parte della musica è stata ottimizzata a 440 Hz dall’International Standards Organization (ISO) nel 1953. Tuttavia, gli studi sulla natura vibratoria dell’universo indicano che questa frequenza è disarmonica con la risonanza naturale della natura e può generare effetti negativi sul comportamento umano e della coscienza.

Alcune teorie suggeriscono che anche il regime nazista è stato favorevole all’adozione di questa frequenza standard dopo lo svolgimento di ricerche scientifiche le quali determinarono quale gamma di frequenze migliori erano più adatte a indurre paura e aggressività.

differenze 432 e 440 hz

Le teorie, i complotti, esistono da sempre, a volte sono montati per distruggere un movimento, o una persona, mentre altre sono amare realtà. Anche se noi non riusciamo a crederci per la gravità delle conseguenze che ne seguono, non vuol dire che in questo mondo non esistano persone intelligenti, perfide e senza scrupoli, che mirano solo ed esclusivamente al potere.

Ma che si sia trattato di un complotto o meno, interessanti studi e osservazioni hanno dimostrato che mentre le onde a 440 Hz potrebbero essere negative, quelle a 432 Hz, hanno l’effetto contrario, quindi positive per il nostro organismo.

432 Hz si dice che sia matematicamente coerente con i modelli dell’universo. Gli studi rivelano che 432Hz è una frequenza interconnessa ai processi fisiologici del DNA del cervello. Anche la luce è collegata al suono, e non solo, questa frequenza a 432 Hz collega insieme proprietà fisiche come tempo, spazio, gravità, magnetismo, e fenomeni biologici come il DNA e la coscienza.

Rating: 3.9. From 22 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

2 COMMENTI

  1. Scusa ma questo tipo di musica è ideale per rilassarsi. Ci sono anche tipi di onde energizzante tipo caffè al mattino?


    Non che io sappia, rilassante sì, ma effetto caffè no. A parte il fatto che personalmente non ho mai assaggiato un caffè italiano che mi abbia, per così dire, dato la sveglia del mattino, più che altro è una nostra illusione. L’unico che mi abbia “davvero” svegliato è stato un caffè cubano che mi è stato fatto assaggiare diversi ani fa. Altro prodotto che ho provato, per curiosità, dato che all’epoca consumavo molte energie durante la giornata, è stato il ginseng rosso che mi dava un effetto – triplo caffè – al mattino.

    Quindi a parte le bevande “energizzanti”, questo tipo di musica è più che altro rilassante.

  2. Ma si può avere qualche biografia delle citazioni? “interessanti studi e osservazioni hanno dimostrato che…” Quali sono questi studi?

    grazie


    Si tratta di un articolo pubblicato nel dicembre del 2013, quindi non posso ricordarmi le fonti. Posso solo suggerire un paio di link che un qualsiasi motore di ricerca restituisce cercando la parola musicoterapia. “http://it.wikipedia.org/wiki/Musicoterapia” – “http://www.isofonia.com/suono-e-musicoterapia/”.

LASCIA UN COMMENTO