Dormire sul lato sinistro è salutare

Quanto incide la posizione che assumiamo quando riposiamo?

Esistono diverse teorie che sostengono, sia molto importante per la nostra salute, la posizione che assumiamo quando riposiamo. Una di queste è la ormai famosa medicina orientale, secondo la quale, dormire sul lato sinistro non è la stessa cosa (almeno secondo il nostro organismo) che dormire sul lato destro. Anche alcune tradizioni monastiche buddiste affermano che dormire poggiandosi sulla parte sinistra abbia molti benefici per la nostra salute.

Il sistema linfatico e i benefici del lato sinistro.

Il lato sinistro del corpo è la parte dominante nel sistema linfatico. Prima di tutto è bene specificare che il sistema linfatico consente alla linfa di fluire nei tessuti corporei, drenando ogni angolo dell’organismo prima di riversarsi nelle vene toraciche. Ora, la maggior parte della linfa drena nel dotto linfatico toracico che trova sul lato sinistro. La linfa trasporta proteine, metaboliti del glucosio e dei prodotti di scarto che vengono purificati dai linfonodi e drenati sul lato sinistro.

Secondo la medicina orientale, infatti, i dolori sul lato sinistro del corpo possono essere dovuti alla congestione cronica del sistema linfatico.

[Nota sui linfonodi: Il linfonodo è un organo linfoide periferico situato (insieme a molti altri) sul decorso di collettori linfatici drenanti i tessuti. Le dimensioni sono molto variabili, da pochi millimetri a più di 1 cm. Come organi linfoidi periferici hanno il ruolo di permettere lo sviluppo di una risposta immunitaria sia umorale sia cellulo-mediata grazie alla loro organizzazione che favorisce le interazioni fra linfociti T, linfociti B, APC e altre cellule implicate nel processo. Nei linfonodi si genera anche la memoria immunologica – fonte: wiki]

Priorità del corpo.

Secondo l’ayurveda la congestione avviene seguendo alcune priorità. Se il sistema linfatico si congestiona, il fegato e il sangue saranno saturi di sostanze tossiche. I sintomi primari di una congestione si presentano in primis sul lato sinistro del corpo, poi sul lato destro.

La posizione da assumere dopo un’abbuffata.

Un suggerimento indiano indica che dopo aver mangiato molto bisognerebbe riposare appoggiandosi sul lato sinistro per non più di 10 minuti. Solitamente il riposino pomeridiano prevede 20 minuti, ma ci sono persone che non riescono a “scollarsi” dal proprio letto. 😉

Pare che appoggiarsi sul lato sinistro, favorisca la digestione e quindi l’efficienza di questi due organi. Il cibo è spinto a muoversi con naturalezza attraverso lo stomaco, e gli enzimi pancreatici vengono secreti gradualmente, ciò che non accade se ci appoggiamo sul lato destro, poiché su questo lato il lavoro avverrà in maniera più “grezza” (velocizzato).

Sdraiandosi sul lato sinistro il fegato e la cistifellea penderanno dal lato destro. Riposare sul lato sinistro agevola la secrezione dei loro preziosi enzimi emulsionando i grassi e neutralizzando gli acidi dello stomaco.

Quindi, se il sistema digestivo viene stimolato in questo modo, il ciclo di digestione sarà più breve liberandoci dal quel senso di pesantezza che prevale solitamente per il resto del pomeriggio.

Prova a stenderti sul lato sinistro per 10 minuti dopo aver mangiato, per notare la differenza.

Sentirsi energetici e non stanchi dopo aver mangiato.


Prova a mangiare senza fretta a mezzogiorno, e non dimenticare di riposare sul lato sinistro. In questo modo ti sentirai più energetico/a e il tuo organismo ti ringrazierà.

I benefici nel dormire sul lato sinistro.

posizioni-consigliate-peri-dormire

L’intestino tenue scarta le tossine attraverso la valvola ileocecale situata nel lato destro del corpo all’inizio dell’intestino crasso. L’intestino crasso si estende sul lato destro del corpo, attraversando la pancia lungo il lato sinistro.

Dormire sul lato sinistro permette (grazie alla valvola ileocecale) di stimolare i rifiuti corporei dell’intestino crasso giunti dall’intestino tenue, in un modo più semplice.

Quindi secondo la medicina orientale, trascorrere la notte in questa posizione agevola l’eliminazione degli scarti corporei mattutini.

Maggiore funzione cardiaca

Oltre l’80% del cuore si trova sul lato sinistro del corpo. Dormendo sul lato sinistro la linfa drenata nel cuore sarà guidata dalla forza di gravità agevolando il lavoro del cuore durante il sonno.

L’aorta è la più grande arteria del corpo che esce dalla parte alta del cuore e si inarca a sinistra prima di scendere per l’addome. Dormendo sul lato sinistro, il cuore pompa il sangue più facilmente verso l’aorta discendente.

Dormire sul lato sinistro permette l’intestino di allontanarsi dalla vena cava che porta il sangue al cuore. In questo modo la vena cava sarà meno stressata sul lato destro della colonna vertebrale, questo influirà positivamente, ancora una volta, sul lavoro del nostro cuore.

La milza è a sinistra

La milza è parte del sistema linfatico, anch’essa sul lato sinistro del corpo. La sua funzione è quella di un grande linfonodo che filtra la linfa e il sangue. Per l’ennesima volta, dormire sul lato sinistro agevola il ritorno dei fluidi alla milza sfruttando la forza di gravità.

Il sistema linfatico drena tutte le cellule del corpo per mezzo delle contrazioni e movimenti muscolari, e non dal pompaggio del cuore. Aiutare la linfa a drenare nella milza, e cuore sfruttando la gravità, è un modo semplice per purificare il nostro corpo.

Concludendo..

Per uno come me è complicato rimanere in una sola posizione, solitamente parto con la pancia in giù per poi girarmi sui fianchi, ad ogni modo questa lettura mi ha incuriosito e proverò a seguire questi consigli gratuiti. 🙂

Rating: 4.4. From 21 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO